Tennis Club Cagliari

TF 14 - Intervista al Presidente del Tennis Club Cagliari Giuseppe Macciotta





Nelle rubriche di Tennis Factor, sempre più seguite, con tante nozioni tecniche, tattiche, sulla parte fisica e mentale, ci sono contenuti sui circuiti, regolamenti, scuole tennis, le accademie, i circoli di tennis, curiosità e interviste. E nella rubrica n°14 di Tennis Factor, ci sembra doveroso come prima intervista pubblicare quella del numero del Tennis Club Cagliari, il Presidente Giuseppe Macciotta.

L'appuntamento con Tennis Factor è per la prossima stagione tennistica, adesso gustiamoci l'evento dell'anno per il Tennis Italiano, gli Internazionali d'Italia BNL, al Foro Italico di Roma, appuntamento a cui un tennista Italiano, non dovrebba mai perdersi, o fare di tutto per andarci almeno una volta. Sempre al Foro Italico, quest'anno si svolgerà per tutti i maestri e istruttori, con tanta partecipazione estera, il Simposio Internazionale con i migliori coach al mondo come relatori, tante nozioni su diverse aeree che poi vi riporteremo nelle prossime rubiche.



Intervista a cura di Matteo Macciotta



1)Come si evolverà la struttura nel breve e medio periodo?

 

Nonostante anche per i circoli sportivi il periodo non sia tra i più propizi per la situazione di crisi generalizzata, le prospettive del nostro circolo appaiono sostanzialmente positive. Invero il faticoso raggiungimento di condizione di equilibrio economico della gestione , e di una sostanziale correttezza contabile, ci consente di poter programmare alcuni interventi estremamente importanti. Mi riferisco in particolare alla prossima copertura del campo n. 4, il cui iter urbanistico si è recentemente concluso con un pieno esito favorevole con la conseguente possibilità di sfruttare il finanziamento a fondo perduto del quale la nostra associazione ha potuto fruire. Inoltre, sempre a breve, cominceremo la realizzazione di un campo da paddle, utilizzando il fondo rotativo benevolmente istituito e concesso dalla federazione nazionale.

 

2) Oltre i prossimi progetti potendo realizzare in tempi brevissimi cosa aggiungerebbe al Tennis Club Cagliari che tanto può essere un plus per chi vive il circolo?

 

Le realizzazioni di cui ho parlato in precedenza sono certo costituiranno un volano importante per il nostro circolo. In particolare il campo coperto, oltre ai benefici agonistici per le squadra impegnate nei campionati nazionali e per l’organizzazione di future manifestazioni ad altissimo livello, consentirà a tutti gli allievi della scuola una pratica più costante ed indipendente dalle condizioni atmosferiche. Il nuovo campo da paddle, invece, dovrebbe consentirci di intercettare nuovi praticanti, non solo di giovane età, costituendo anche per i nostri attuali soci una novità affascinante come accaduto in molte altre realtà del continente.

 
3) Come e la situazione dell'agonismo e delle vostre squadre?


Da un punto di vista agonistico sono molto soddisfatto ed orgoglioso del livello agonistico raggiunto dalle nostre squadre. Mi piace ricordare gli ottimi risultati della squadra di A1 femminile che anche quest’anno ha raggiunto le semifinali con una formazione di assoluto livello, e della squadra maschile di A2 che la stagione passata ha conquistato l’accesso ai play out e che anche quest’anno si sta comportando egregiamente, valorizzando i nostri giovani più promettenti. Ma anche nei campionati inferiori il nostro circolo ha sempre conseguito risultati prestigiosi, favorendo la crescita di tanti giovani talenti prodotti dal nostro vivaio al quanto continuiamo a dedicare la massima attenzione e cura.
 


4) Quanti soci avete e come si diventa soci e a quale condizioni?

 

I nostri soci sono attualmente circa  600  senza contare i 200 giovani e loro famiglie che frequentano il circolo per partecipare a nostri diversi corsi, oramai da tempo è stata interrotta quella flessione conseguente alla difficile situazione generale. Proprio al fine di favorire il maggior accesso possibile, il consiglio direttivo in carica ha dato vita ad una molteplicità di categorie, con condizioni economiche e temporali distinte, privilegiando particolarmente i nuclei familiari.

 

5) In molti circoli Italiani si denota una mancanza di giovani, a parte la scuola tennis, voi come state e che progetti avete su questo punto?

 

Come dicevo la nostra scuola giovanile rappresenta il fiore all’occhiello della nostra attività non solo agonistica e continuiamo ad investire sul futuro anche con riferimento alla pratica amatoriale.

 

6) Il tennis Club Cagliari per tradizione e luogo vanta il meglio come organizzazione di grandi eventi internazionali, ci sono in cantiere con la sua presidenza, l'organizzazione di manifestazioni importanti ?

 

Ho già posto in luce lo straordinario impulso che potrà derivare dal campo coperto ma il T.C. Cagliari ha già dimostrato, nel tempo, la propria attitudine alla organizzazione di grandi manifestazioni internazionali. Il ricordo della finale mondiale femminile della Fed Cup è ancora vivo e confidiamo che anche per il futuro il circolo possa godere della fiducia della Federazione. Ma l’occhio benevolo del nostro Presidente Federale, sempre attentissimo alle esigenze del “suo” circolo di provenienza, costituisce la nostra massima garanzia.
 


7) Oggi I circoli affannano sotto il piano finanziario, a causa della crisi economica e delle tante offerte, voi come siete messi e come si può incrementare l'avvicinamento al tennis da parte delle famiglie?

 

Il nuovo consiglio direttivo ha cercato di recepire le istanze dei soci, prima di tutto dando vita ad una gestione equilibrata e più contenuta nei costi in modo da limitare l’inevitabile implemento delle quote sociali e favorire così l’accesso di nuovi affiliati. Il contributo delle sponsorizzazioni e l’auspicabile aumento dei soci dovrebbero consentire di superare definitivamente le difficoltà del passato.

 

8) Sono in tanti a fare la differenza tra i circoli grazie ai servizi offerti all'interno, con grande professionalità e tipologia, voi che idea avete di circolo su questo tema?

 

Sotto questo punto di vista il nostro circolo abbina alle proprie qualità paesaggistiche una serie di servizi, tra i quali la palestra e una gestione della ristorazione assai qualificata, che rendono ancor più appetibile l’accesso al circolo.
 

 9) Potrebbe essere un idea un progetto di "Elite dello Sport Sardo" organizzando  delle partnership, anche a livello marketing, o eventi combinati con tutte le principali società sportive Sarde di Eccellenza come il Cagliari Calcio, la Dinamo Sassari, Esperia Cagliari, Tennis Club Cagliari?

 

Certamente un’ottima idea che cercheremo di realizzare in futuro, non trascurando la compatibilità finanziaria.

 

10) Ci dica sue idee per la Scuola Tennis, e per gli agonisti sempre più esigenti e costosi per i circoli.

 

Non abbiamo formule magiche ma professionalità, dedizione ed impegno quotidiano.

 

11) Ci dica perché ci si dovrebbe affiliare e diventare soci del TC Ca

 

In fondo la risposta è racchiusa nelle considerazioni fino ad ora espresse. In sintesi passione, organizzazione e ambiente rassicurante e familiare.

 

12) Come giudica il Tennis Italiano in generale, l'operato della FIT ?

 

La risposta a questa domanda è del tutto agevole. Il movimento tennistico italiano, ad ogni livello, ha goduto della sapiente e illuminata regia del Presidente Binaghi che ha trasformato la Federazione in un esempio unico di buon funzionamento nel quale si fondono risultati agonistici, organizzazione sapiente e, soprattutto, floridità finanziaria ed economica.

 

13) Come giudica questo suo primo mandato come Presidente?

 

Non sta a me valutare il mio operato e quello del consiglio direttivo che mi ha brillantemente affiancato in questa avventura con personalità e professionalità di altissimo livello. Sono soddisfatto dei risultati raggiunti e fiducioso per il futuro ma, ripeto, il merito deve essere suddiviso tra tutti, consiglieri, soci, tecnici, giocatori e personale dipendente e di segreteria, ciascuno per quanto di propria competenza.

 

14) Si organizzano tanti eventi al circolo ?

 

La dedizione del maestro Palmieri, è di tutto lo staff tecnico, ha consentito una attività sociale, non solo tennistica in senso stretto, sempre accattivante e di ottimo livello. Ormai da due anni, nel periodo estivo si svolge il Torneo Multisport che vede in prima linea sempre il tennis, ma affiancato da calcio a 5, basket e pallavolo, il 02 e 03 Giugno organizziamo per la prima volta in Sardegna la “24 Ore di Tennis a scopo promozionale e benefico.
 


15) Quante volte alla settimana gioca a tennis?

 
Compatibilmente con gli impegni lavorativi e familiari almeno quattro volte alla settimana. 

 

16) I suoi giocatori preferiti?

 

Il mitico Roger Federer e poi soprattutto l'argentino Juan Martín Del Potro del quale prediligo l’umanità. In campo nazionale mi piace lo stile di Simone Bolelli. In campo femminile Sara Errani su tutte. Ma le intere formazioni di Davis e Fed Cup godono della mia simpatia.
 






DIVENTA PARTNERCAMP ESTIVOLE CONVENZIONI PER I NOSTRI SOCIMERCHANDISINGRicerca Sponsor
Powered By IT Euromedia Srl